Orari delle SS. Messe

Festivi: 8,30 – 10,30 – 18,30
Prefestivi: 18,30
Feriali: 8,30 – 18,30

Rispettiamo la Casa della preghiera che è la Tenda del Signore in mezzo a noi:

  • sii puntuale alle celebrazioni e poniti sempre accanto agli altri, perché nessuno può celebrare da solo
  • conserva il silenzio, prima, durante e dopo le celebrazioni
  • partecipa con fede alla preghiera della comunità, perché possa incontrare il Signore
  • vesti con proprietà e decoro
  • tieni sempre spento il telefonino

*************************************

 

L’Ufficio Parrocchiale è aperto tutti i giorni feriali dalle ore 8,00 alle ore 9,00

 Come pregare la Parola

Riscopriamo l’offertorio

La tua offerta

  • E’ fondamentale per unirti concretamente al sacrificio di Gesù.

Nella Chiesa antica, i fedeli portavano all’altare pani e piccoli fiaschi di vino, e la partecipazione all’offertorio denotava l’essere o meno in comunione con la Chiesa.

Tu che cosa porti per unirti al sacrificio di Gesù?

  • La tua offerta è essenziale per condividere con i poveri ciò che sei, ciò che hai, poco o molto che sia.

Non ci può essere Eucarestia se non ci sono uomini e donne che mettono in comune il pane.

Cosa porti per aiutare i poveri vicini e lontani?

  • La tua offerta è necessaria per tenere la Chiesa aperta.

Come contribuisci alle tante spese della Parrocchia?

La tua offerta lasciala nelle apposite cassette, preferibilmente prima che inizi la celebrazione.

 

CHE COSA E’ FARE SINODO?

Camminare insieme, sotto la guida dello Spirito Santo, con il Vangelo in mano, per essere Chiesa che vive la comunione, la partecipazione, la missione.

1- Da Cristiani, come si fanno le scelte nella vita?  In Atti 15 un esempio di cammino sinodale; modalità con cui i Cristiani si confrontano.

2- Il racconto della propria esperienza di vita e di fede. Narrare e confrontarsi sulle esperienze di vita significa entrare nel vivo della propria esistenza, lì dove Dio si manifesta e chiede di riconoscere i segni del suo amore.

3- Riferendosi alla Parola di Dio, Giacomo rilegge l’esperienza della comunità alla luce del profeta Amos (Atti 15, 13-18), cogliendo il progetto di Dio che era già evidente.

4- Discernimento: “E’ apparso bene allo Spirito Santo e a noi” (Atti 15, 28-29).

5- Ascoltare: la parte migliore dell’incontro con se stessi, con Dio, con l’altro. Maria ha scelto la parte migliore (Lc 10, 38-42): l’ascolto di Gesù che invita Marta  a servire non con affanno e agitazione, ma, dopo aver ascoltato, per dare all’altro tempo e ospitalità.

6- L’ascolto è impossibile, se non impariamo ad ascoltare la nostra coscienza, la voce dello Spirito, la Parola di Gesù; c’è bisogno di un cuore riconciliato con l’altro.

7- Come ascoltare? Davanti alla Parola per lasciarci plasmare da Dio, davanti all’altro per fargli dono di tempo e attenzione.

8- Gli incontri sinodali vanno vissuti in un clima di ascolto della Parola di Dio e dell’altro; come una vera e propria “conversazione spirituale”.

9- Il chi e il dove ascoltare? Tutti e sempre, vicini e lontani, facendoci accoglienti come Filippo con l’eunuco nella strada da Gerusalemme a Gaza (Atti 8, 26-40). In questo modo nasce fra di loro una “conversazione spirituale”.

10- Un incontro lungo il cammino (Lc 10, 38-42) apre i cosiddetti “Cantieri di Betania”, per avviare una nuova esperienza di Chiesa a due a due prima e a piccoli gruppi dopo, e attivare il metodo della conversazione spirituale per un ascolto che si fa riflessione in una circolarità feconda tra esperienza e pensiero che porti ad evidenziare la novità chiesta dallo Spirito.

11- In Consiglio Pastorale, fra i quattro cantieri, abbiamo scelto quello della strada, del condominio, della casa, dove presteremo ascolto ai diversi mondi in cui i battezzati vivono e lavorano, cioè “camminano insieme” a tutti coloro che formano la società; in particolare curando l’ascolto del vasto mondo delle povertà.

12- Quella del cantiere è un’immagine che indica la necessità di un lavoro che duri nel tempo, ricco di speranza nello Spirito del Signore che ci guida nelle avversità del mondo e che è l’unica forza  nella nostra fragilità, perché ci riempia del tesoro di Cristo.

Itinerari sinodali durante l’Avvento: ogni mercoledì alle 18,30 e ogni venerdì alle 08,30

Gruppi sinodali durante l’anno: ogni mercoledì alle 09,00 e ogni giovedì alle 19,00

MARITUBA 2022

Dopo aver visitato lebbrosi, malati e bambini malformati, oggi 26 agosto, ho consegnato a milioni di povere mamme, a nome della santa Chiesa di Dio che è in Catania, un gioiello, oltre ogni mia aspettativa, un reparto di maternità, dove si accompagna prima di partorire, durante e dopo il parto. E’ gioia grande per tutti. Il grazie di cuore rivoltomi da tutti lo estendo a tutti e particolarmente a quanti hanno collaborato.
Grazie di cuore.                                                                                 Padre Alfio

Foto della manifestazione

ESERCIZI SPIRITUALI A MARITUBA

Venti persone, preti e laici, uomini e donne, medici specialisti, ricercatori, professionisti, brasiliani, africani, italiani. Ci siamo aiutati a vivere il Vangelo, incontrando e riconoscendo Gesù nei lebbrosi, nei disabili gravi, nei malati, nelle mamme che avevano appena partorito i loro bambini, nei ragazzini che non hanno la possibilità di andare a scuola, nei tantissimi poveri di cui è formata la popolazione amazzonica. L’interrogativo che ci ha accompagnato nell’ottica della sinodalità: “Come umanizzare sempre più ciò che in nome di Gesù facciamo per i fratelli vicini e lontani?”. Mettendo insieme esperienze, competenze e possibilità di ciascuno, sono emersi tanti progetti che accompagneranno tutti a rendere più efficace e credibile il nostro agire. Mentre nella nostra comunità continuiamo a portare avanti il progetto di Luanda (reparto di malattie infettive e centro di ricerca), ci saranno affidati altri progetti, che con la grazia del buon Dio e con l’aiuto di tutti potremo portare a compimento.

Marituba, 3 settembre 2022                                                             Padre Alfio

ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI

Consegna della Casa Canonica alla Comunità di S.Egidio, per ospitare migranti e bisognosi.

Foto della manifestazione

Quando il bene non fa rumore sui media…

PROGETTI PER LUANDA

GIORNATA INDIMENTICABILE 30 LUGLIO 2019: Consegna del Centro di Salute con 10 ambulatori medici a Luanda (Angola – Africa)

Il 29 novembre 2020, all’ Ospital Divina Providencia, è stato inaugurato, alla presenza del Presidente della Repubblica e dei Vescovi locali, il “Centro de tratamento Covid-19”, con l’apertura del padiglione di malattie infettive (Tubercolosi – HIV/AIDS). La collaborazione della nostra comunità è stata fondamentale.

UN NUOVO PROGETTO ci viene offerto: Illuminazione con pannelli solari, ampliamento e potenziamento della cabina elettrica da 300 a 1000 KVA, nuovo generatore per rispondere alla necessità di maggiore energia elettrica e far funzionare contemporaneamente tutte le apparecchiature ed i macchinari, compresi i ventilatori polmonari.

SE VUOI, SE PUOI, CONTRIBUISCI SECONDO IL TUO CUORE E LE TUE POSSIBILITA’.

Foto della manifestazione del 30 luglio 2019

COME COMPORTARSI DURANTE LE CELEBRAZIONI?

  • in piedi, poggiati alla panca di dietro, o seduti, secondo i momenti liturgici;
  • in ginocchio solo alla consacrazione;
  • durante la comunione seduti, per evitare il contatto tra chi sta seduto avanti e chi sta in ginocchio dietro nella stessa panca;
  • per ricevere Gesù: senza guanti, abbassando o sganciando la mascherina, tenendo sempre la distanza e rispondendo “Amen” con le labbra, senza voce, come il celebrante.

PREGHIERA ALLA VERGINE DI MONSERRATO

Ricordati, o Piissima Vergine di Monserrato, non essersi mai udito che alcuno ricorrendo al tuo patrocinio, invocando il tuo aiuto, implorando la tua intercessione, sia stato abbandonato. Noi dunque, animati da tale fiducia, ricorriamo a Te, Madre, Vergine delle vergini, a Te veniamo, dinanzi a Te piangendo ci prostriamo. Non volere, o Madre del Verbo, disprezzare la nostra preghiera, ma ascoltaci benigna ed esaudiscici. Amen.

*******************************

Sotto la tua protezione troviamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Link al sito web dell'Abbazia di Monserrat in Spagna
Link al sito web dell'Arcidiocesi di Catania
Anno Giubilare della Misericordia
Link al sito web della Santa Sede